La mia filosofia

O mais importante è o Curaçao

Nino Bartuccio: uno sguardo sull’anima.

Curiosità, tecnica, studio antropologico: sono queste le componenti predominanti di uno gesto fotografico, se parliamo di uno scatto di Nino Bartuccio. La differenza fondamentale tra vedere, guardare e immortalare viene fuori in tutto il suo dinamismo tra le pagine di un lavoro che affonda le sue radici nei caratteri distintivi di un ‘genius loci’ tutto siciliano.

Sguardi, espressioni rubate, segni dell’anima che sembrano provenire da un tempo altro, riemergono da un passato ormai dimenticato. Sono i tratti somatici di una tradizione che diventa folklore, le istantanee pennellate artistiche che ritraggono volti, sentimenti, processioni, passaggi e paesaggi.

Scorci che sembrano prender vita e risplendere di luce propria. Non ‘composizioni’ ma veri e propri ‘componimenti’. Vivi, vibranti, senza soluzione di continuità.

Ricerca estenuante, incontri casuali e, al centro di tutto, l’uomo, protagonista assoluto, come nei progetti ‘Brasile’ e ‘Neverland’.

Ritratti intensi, spontanei, magnetici, a tratti inquietanti, ma ancora pieni di vita;

quella vita che è la chiave di tutto con il superamento del limite spazio-tempo; la foto elevata da contenitore di istanti che non esistono più ad opera d’arte;  svincolata da ogni dimensione.  

E se nel buio risiede il senso della luce, quello dei colori viene fuori dalla loro assenza. Gli scatti in bianco e nero di Bartuccio disegnano uno spazio non più fisico ma emozionale: intercettano le tinte nascoste dell’anima, trafitte da raggi senza tempo.

Immagini uniche, riconoscibili e apprezzate in tutto il mondo; orme profonde nel vasto panorama della fotografia internazionale.

 

Cenni biografici e Premi

Nino Bartuccio, nasce nel 1969 a Santa Lucia del Mela, in provincia di Messina. Dal 2005 vive a Piraino (Me), piccolo borgo siciliano dal quale spesso si sposta per i suoi progetti fotografici.

Nel 2009 riceve il primo premio National Geographic.

Nel 2014  vince il prestigioso Gourmand World Cookbook Awards.

Le sue foto sono state pubblicate da: Microsoft Windows, Microsoft Bing, National Geographic, Geo, Sunday Times, Lonely Planet, Clementoni, Ravensburger, Costa Crociere, Francorosso e Master Card.

 
Nino Bartuccio, Indios, Brazi
bart e paje
bart-sao-tome-cena
ino-baruccio-taxi-gialli-sao-tomè.jpg